23rd Lucania Film Festival


Programma in allestimento / Work in progress

Dai più antichi miti ai manoscritti medievali, dalle più recenti opere pittoriche e letterarie a quelle cinematografiche, il coniglio vanta una lunga storia di riferimenti immaginifici.
 Sotto le sembianze di ancestrali divinità o in veste di messaggero di verità e resurrezione o ancora come raffigurazione di un mondo alla rovescia, il coniglio è una creatura della Luna che costella le tradizioni di tutto il mondo.
La grafica della 23a edizione del Lucania Film Festival si ispira alla figura leggendaria del Coniglio lunare. La storia narra che durante le notti di luna piena è possibile scorgere, tra i crateri e gli avvallamenti della luna, la forma di un coniglio: gli Dei avevano deciso di donargli un posto dove fosse ammirabile da molti.
 

From the most ancient myths to medieval manuscripts, from the latest pictorial and literary works to cinematographic ones, the rabbit claims a long legacy of imaginative references. Whether in the guise of ancestral deities or as a messenger of truth and resurrection, or even as a depiction of an upside-down world, the rabbit is a creature of the moon that dotes traditions all over the world.
The graphics of the 23rd “Lucania film festival “edition are inspired by the legendary figure of the Lunar Rabbit: the story tells that during full moon nights you can notice, between the craters and the depressions of the moon, the shape of a rabbit: The gods had decided to offer him a place where he could be admired by many.